Europa

L’Europa non è un tabù, e gli inglesi ce lo hanno fatto capire con una certa chiarezza con la Brexit. Senza perderci in sofismi, diciamo subito che sui problemi veri e sentiti dei cittadini degli stati Europei, l’UE non c’è: immigrazione e sicurezza sono lasciati alla mercè del situazionismo, a qualche vertice del consiglio europeo o alle dichiarazioni roboanti del presidente della Commissione di turno. Il resto non esiste: il parlamento non ha nessun potere e la politica estera dell’Unione è un Non-Essere.

Bisogna dire con chiarezza che i sogni dell’unità politica dell’Europa, o cose simili, sono morti e sepolti. Esistono solo nella mente di qualche turista occasionale a Ventotene. L’UE delle origini era il più grande spazio di libertà, di liberi commerci e di libera circolazione di capitali del mondo. E questo deve tornare ad essere: un immenso spazio di libertà economica e nulla di più.

Prima mettiamo da parte le velleità degli epigoni di Altiero Spinelli meglio sarà per il Vecchio Continente.