Il treno del PD: ci scusiamo per il disagio!

Di Leonardo Rossi, da “La Gironda”

Appena compiuti dieci anni, il Partito Democratico si regala un viaggio in treno che attraverserà tutto il nostro Paese. Partito questa mattina dalla stazione Tiburtina, il treno, denominato “Destinazione Italia”, porterà per due mesi Matteo Renzi a spasso per lo Stivale “per ascoltare gli italiani”- così assicura il segretario dem.

Ohibò! “Ascoltare gli italiani!” Cosa mai fatta in anni di governo del Paese in cui l’ex premier fiorentino ha visto sgretolarsi il grande consenso delle Europee 2014 con il quale si era presentato sulla scena nazionale.

Quale miglior simbolo del treno, in Italia, per rappresentare il ritardo con cui chi, dall’alto del piedistallo , non voleva saperne di critiche, appellava col titolo di gufo chiunque osasse pensarla diversamente e adesso si decide ad ascoltare gli italiani, guarda caso sotto elezioni.

Il ritardo con cui il PD pare essersi deciso, anche se solo per una mossa propagandistica, ad ascoltare gli italiani ha creato non pochi problemi nel Paese, chissà se la squillante voce degli altoparlanti delle stazioni dove il treno “Destinazione Italia” farà tappa, magari con accento fiorentino, si scuserà per il disagio.

Dlin Dlon.